Previdenza

ATP ex art. 445 bis c.p.c. - ampliamento della domanda giudiziaria a prestazione non richiesta in ricorso - art. 149 disp. att. c.p.c. - ammissibilta'

La domanda di invalidità civile è generica, non distinguendo le specifiche prestazioni, e che vanno comunque applicati nella materia i principi desumibili dall'art. 149 dis. att. c.p.c.

REPUBBLICA ITALIANA
Tribunale di Catania
Seconda Sezione Civile - Lavoro
Il Giudice del Lavoro, Dott. Mario Fiorentino, visti gli atti, ha pronunciato la seguente
ORDINANZA
nel procedimento iscritto al n. 8142 / 2018, promosso da
C. A. G., con il patrocinio dell’Avv.to MARZANO GIUSEPPE, elettivamente domiciliato/a presso lo Studio sito in VIA TRIPOLITANIA 26 95127 CATANIA
RICORRENTE
contro:
I.N.P.S. - ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE , con il Patrocinio dell’Avv.to MONTAGNO IOLANDA, elettivamente domiciliato/a presso lo Studio sito in PIAZZA DELLA REPUBBLICA 26 CATANIA
RESISTENTE

Motivazione

Il Giudice,
vista la richiesta della parte ricorrente per la modifica della domanda, con inclusione di quella tesa all'accertamento dell’indennità di accompagnamento, e ciò in ragione dei sopravvenuti aggravamenti;
considerato che la domanda di invalidità civile è generica, non distinguendo le specifiche prestazioni, e che vanno comunque applicati nella materia i principi desumibili dall'art. 149 dis. att. c.p.c., sicché non si può escludere, né precludere, che il requisito sanitario sorga nel corso del procedimento amministrativo – dopo la proposizione della domanda - o in corso di causa;
rilevato, invero, che l’art. 149 dis. att. c.p.c. ha una “duplice direzione” ed è volto, da un lato, ad attuare il principio di economia processuale e, dall'altro, a favorire la persona bisognosa, evitando che la stessa sia costretta, proprio in un momento in cui ha maggiore necessità per l’aggravamento della sua infermità, a proporre una nuova denunzia all’INPS (ex multis, Cass., civ. sez. lav. 8 luglio 2004 n. 12658);
rilevato che, sull'ammissibilità della domanda proposta in corso di causa, per sopravvenuto interesse alla stessa, nella materia dell’invalidità civile, si è da tempo pronunziata la giurisprudenza (cfr. anche Cass. Civ. sez. lav., 23 settembre 1999, n. 10457 e la giurisprudenza ivi richiamata);

PQM

AUTORIZZA
parte ricorrente alla modifica della domanda, dovendo quindi essa ricomprendere anche l’accertamento sanitario dell’indennità di accompagnamento;

rimette il fascicolo al Giudice onorario delegato per in conferimento dell’incarico – previa verifica, ove non già eseguita, della tempestività del ricorso, giusta delega in atti – e fissa per la prosecuzione l’udienza del 19.12.2018, ore 11.00, innanzi alla dott.ssa L. ZINGALES.
Si comunichi al Giudice onorario, ai C.T.U. nominati e alle parti.
Così deciso in Catania, 3 dicembre 2018
IL GIUDICE DEL LAVORO
Dott. M. FIORENTINO



Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com