Ricorso per usucapione speciale ex art.1159 bis c.c.

  • Stampa

Tribunale di....
Ricorso per usucapione speciale ex art.1159 bis c.c.

La sig.ra Cornelia, nata a _______ il ________, residente in _____, via ______ n.__, C.F. _______________________, ed elettivamente domiciliata in ________, presso lo studio dell’Avv. ________ C.F. ____________ che lo rappresenta e difende giusta delega a margine del presente atto (Si dichiara espressamente ai fini e per gli effetti degli artt. 133, 134 e 136, comma 3, c.p.c. di voler ricevere le comunicazioni di Cancelleria al seguente numero di fax:____________) pec:..........@.....;


PREMESSO CHE

- L’istante, da oltre trenta anni, e comunque da quindici anni, è nel possesso ininterrotto, pacifico, manifesto ed uti dominis del seguente immobile:
appezzamento di terreno di metri quadrati 1.000 (mille) ubicato in Roma, distinto in catasto del medesimo comune SEZIONE C al foglio ...... particella .....;
natura dell’immobile: terreno – seminativo di classe 3,
dati descrittivi dell’immobile: are 11 e centiare 23,
reddito dominicale di € 10,16.
Tale terreno è catastalmente intestato al sig. Tizio come da visura catastale (doc.1);
- la ricorrente, come accennato, ha posseduto, da ben oltre trenta anni, il predetto immobile ininterrottamente, pacificamente e manifestamente. Ella è, infatti, comproprietaria del terreno confinante, di cui alla particella .... nella quale è sita l’abitazione della stessa sig.ra Cornelia acquistata in comproprietà con il di lei coniuge, il compianto sig. Caio in data 01.01.1974;
- inoltre la sig.ra Cornelia è altresì comproprietaria di altro terreno confinante di cui alla particella ____, acquistato per successione dal coniuge, il quale a propria volta lo aveva acquistato per atto pubblico di compravendita del _________.
Sin dall’acquisto dell’abitazione di cui alla limitrofa particella _____, la sig.ra Marangi ha mantenuto l’appezzamento di terreno agricolo di cui al foglio ____ particella ____ in stato di buona conservazione, provvedendo alla pulitura dalle erbacce, alla manutenzione e anche alla sua recinzione, sopportandone tutti i costi.
Inoltre vi ha aperto un ingresso esclusivo dal giardino di pertinenza della propria abitazione nonché un cancello su Via __________;
- dai registri immobiliari l’immobile in questione risulta essere di proprietà del sig. Tizio nato a _____ il ________ e residente in _____ Via _______ n.___. Occorre, sul punto, evidenziare come questi si sia sempre disinteressato di detto terreno non accampando mai alcun diritto sul medesimo;
- L’istante ha interesse a far accertare e dichiarare l’acquisizione del diritto di proprietà e intende all’uopo presentare ricorso ex L.346/76. La modesta entità del reddito domenicale del terreno agricolo del quale si tratta, pari a complessivi € 10,16 consente il ricorso ex art. 1159 bis c.c. per l’accertamento dell’acquisizione del diritto di proprietà per usucapione.
Per quanto sopra esposto, l’istante, come sopra domiciliata, rappresentata e difesa chiede l'accoglimento delle seguenti

CONCLUSIONI

Voglia Codesto On.le Tribunale, contrariis reiectis,
- ai sensi dell’art.1159 bis c.c. e della L. 346/76 e, quindi, con le previe formalità ivi previste, riconoscere e dichiarare, con decreto, la piena e totale proprietà della ricorrente sig.ra Cornelia sul terreno sopra descritto, sito in Roma e riportato in N.C.T. di detto Comune al foglio _____, particella _____, ordinando alla Agenzia del Territorio di Roma la trascrizione dell’emanando provvedimento, con esonero di responsabilità ed al competente ufficio catastale di provvedere alla voltura.

In via istruttoria:
Chiede ammettersi prova testimoniale sulle seguenti circostanze:
1. Vero che la ricorrente sig.ra Cornelia da oltre venti anni possiede il terreno sito in Roma e distinto in catasto al foglio ___ particella ______, come da mappa che viene mostrata, al confine con l’abitazione della stessa ricorrente di cui alla particella ____ e con altro terreno limitrofo di cui è titolare individuato nella particella ____;
2. Vero che gli accessi al fondo de quo sono solamente due: uno costituito dal cancello con lucchetto presente su Via ________ e l’altro costituito da cancelletto presente sul giardino dell’abitazione della stessa ricorrente;
3. Vero che da oltre venti anni la sig.ra Cornelia è l’unica persona in possesso delle chiavi di accesso al cancello con lucchetto presente su Via ________;
4. Vero che la sig.ra Cornelia da oltre venti anni ha provveduto a mantenere il buono stato di conservazione di detto terreno tenendolo pulito dalle erbacce, provvedendo alla sua manutenzione e recintandolo a proprie spese.
5. si riconosce nelle foto “A”, “B”, e “C” del fascicolo di parte ricorrente il confine tra la particella ___ e l’abitazione della sig.ra Cornelia di cui alla particella ____, come da piantina catastale ingrandita di cui al n. _ del fascicolo di parte ricorrente;
6. si riconosce nelle foto “D”, “E” e “F” del fascicolo di parte ricorrente il confine tra la particella ____ e il terreno di proprietà del sig. Tizio di cui alla particella ____, come da piantina catastale ingrandita di cui al n.__ del fascicolo di parte ricorrente;
7. si riconoscono nelle foto “G” e “H” del fascicolo di parte ricorrente il confine tra la particella ___ e Via ______________, nonché il cancello ivi presente, come indicati nella piantina catastale ingrandita di cui al n. 7. del fascicolo di parte ricorrente;
8. si riconosce nelle foto “I” del fascicolo di parte ricorrente il confine tra la particella ___ e l’abitazione della sig.ra Cornelia di cui alla particella ____ risalente al 1985 come da piantina catastale ingrandita di cui al n. _ del fascicolo di parte ricorrente;
Si indicano a testimoni : la sig.ra _____ nata a _____ il __________residente in Roma Via _____ n.__; il sig. ________, nato a ____ il ___________, residente in Roma Via ____________ n.__.
Si producono in copia:
1. Visura catastale particella 353;
2. Estratto di mappa
3. Visura da cui risulta che negli ultimi venti anni non vi sono state trascrizioni di domande giudiziali dirette a rivendicare la proprietà e a far valere altro diritto reale sul predetto fondo;
4. Certificato di destinazione urbanistica.
5. Dichiarazione di successione del compianto sig. Sasso Franco;
6. Atto di Vendita e nota di trascrizione abitazione di cui alla particella _____, a rogito del Notaio dott. ________ in data ______;
7. ingrandimento di mappa catastale;
8. documentazione fotografica (foto da A ad I);
9. Modello informativa ai sensi dell’art. 4, 3° comma D. Lgs 28/2010
e quant’altro indicato nell’indice di cui al fascicolo di parte.

Il sottoscritto procuratore, ai sensi dell´art. 14 del D.P.R. 30.05.2002 n. 115 e successive modifiche dichiara che il valore del presente procedimento ai fini del contributo unificato è pari a €._________,00.

Luogo e Data Avv.XXXX




Il sottoscritto PRIMO, nato a ____________ il __________, residente in ________, via ________n.______, C.F. ___________ informato ai sensi dell’art.4, comma 3, del d.lgs. n. 28/2010 della possibilità di ricorrere al procedimento di mediazione ivi previsto e dei benefici fiscali di cui agli artt. 17 e 20 del medesimo decreto, come da atto allegato, delego a rappresentarmi e difendermi, unitamente e disgiuntamente, in ogni stato e grado, anche esecutivo del presente procedimento, con ogni più ampio potere di legge - ivi compresa la facoltà di agire e resistere in riconvenzionale, di chiamare terzi in causa, di rinunciare ed accettare rinunce agli atti ed all’azione, di nominare sostituti, di transigere e conciliare, di incassare e quietanzare anche in relazione alle somme che saranno versate in sede esecutiva, di sottoscrivere qualsiasi atto giudiziale e stragiudiziale utile all'adempimento del mandato conferito - l’Avv. _____________ nel cui studio in _______, via _________, eleggo domicilio. Ai sensi e per gli effetti della L. 675/96, come sostituita dal T.U. 196/03, dichiaro di avere ricevuta apposita informativa e presto il consenso al trattamento dei dati, compresi quelli sensibili, direttamente o anche tramite terzi per ottemperare agli obblighi previsti dalla legge e al mandato conferito.



Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com