Le sentenze di luglio

Le sentenze pubblicate nel sito durante il mese di luglio.

SENTENZE DI MERITO

Tribunali e Corti d'Appello

Tribunale Catania - Sez. Terza civile -Sentenza 3105 del 25.06.2017
"In tema di custodia la Cassazione ha da tempo chiarito che la notevole estensione dei beni non è elemento idoneo di per se solo ad escludere la possibilità di esercitare una custodia sul bene ma occorre verificare, in concreto, se tale custodia sia possibile nel caso di specie."

Tribunale Catania - Sez. Lavoro -Sentenza 2722 del 15.06.2017
"La rinuncia alla domanda, a differenza della rinuncia agli atti del giudizio, non richiede l'adozione di forme particolari, non necessita di accettazione della controparte ed estingue l'azione"



Commissioni Tributarie




CORTE DI CASSAZIONE

Civile


Corte di Cassazione - Sez. Sesta civile -Ordinanza 16740 del 06.07.2017
"Costituendo la pubblicazione delle delibere comunali obbligo di legge (art. 124 del d. lgs. n. 267/2000), la circostanza della loro pubblicazione deve presumersi e non costituire oggetto di specifica prova da parte dell'ente"


Corte di Cassazione - Sez. Sesta civile -Ordinanza 16722 del 06.07.2017
"In tema di assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, l'indennità per inabilità temporanea assoluta ha il preciso scopo di ricomporre l'equilibrio economico infranto dall'infortunio e dalla conseguente assenza dal lavoro, ossia la funzione di integrare la capacità di guadagno del lavoratore venuta meno a causa della temporanea perdita dell'attitudine al lavoro, sicché tale indennità è corrisposta oltre quella eventualmente spettante per inabilità permanente, cessando nello stesso momento in cui viene meno la inabilità temporanea e, nel caso in cui dall'infortunio siano residuati postumi di inabilità permanente, dal giorno della guarigione clinica, dal quale incomincia a decorrere, ove sussistano le condizioni di legge, l'indennità per inabilità permanente."

Corte di Cassazione - Sez. Sesta civile -Ordinanza 17613 del 14.07.2017
"La qualifica di socio di una società di capitali (con responsabilità limitata al capitale sottoscritto e con partecipazione alla realizzazione dello scopo sociale esclusivamente tramite il conferimento di tale capitale) non può di per sé sola essere significativa dell'esercizio di diretta attività commerciale nell'azienda, svolta nell'ambito dell'intero ciclo produttivo da altri dipendenti, addetti all'attività meramente esecutiva"


Corte di Cassazione - Sez. Prima civile -Ordinanza 17351 del 13.07.2017
"Quando il procedimento finalizzato alla dichiarazione di fallimento non si concluda con una decisione nel merito, il tribunale fallimentare può disporre, ai sensi dell'art. 7 legge fall., la trasmissione degli atti al P.M., affinché valuti se instare per la dichiarazione di fallimento, non sussistendo alcuna violazione del principio di terzietà del giudice, di cui all'art. 111 cost., per il solo fatto che il tribunale sia chiamato una seconda volta a decidere sul fallimento dell'imprenditore a seguito di richiesta del P.M. conseguente alla segnalazione da parte dello stesso giudice"

Corte di Cassazione - Sez. Prima civile -Sentenza 17350 del 13.07.2017
"In tema di liquidazione dell'indennità di espropriazione per le aree edificabili, la determinazione del valore del fondo può essere effettuata tanto con metodo sintetico-comparativo, volto ad individuare il prezzo di mercato dell'immobile attraverso il confronto con quelli di beni aventi caratteristiche omogenee, quanto con metodo analitico-ricostruttivo, fondato sull'accertamento del costo di trasformazione del fondo, non potendosi stabilire tra i due criteri un rapporto di regola ad eccezione, e restando pertanto rimessa al giudice di merito la scelta di un metodo di stima improntato, per quanto possibile, a canoni di effettività"

Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com