Le sentenze di aprile

Le sentenze pubblicate nel sito durante il mese di Aprile.

Tribunali e Corti d'appello


Tribunale Reggio Calabria - Sez. Lavoro -Sentenza 516/2019 del 26.03.2019
Sussiste l’interesse meritevole ad un accertamento della prescrizione in sede di contestazione all’estratto di ruolo .


Tribunale Ragusa - sez. Esecuzioni -Ordinanza del 27.03.2019
In base all'art. 3, comma 10 d.l. 119/2018, la sospensione delle procedure esecutive è disposta “a seguito della presentazione della dichiarazione”, senza che sia previsto un sindacato del giudice dell’esecuzione sulla ritualità o irritualità della dichiarazione di adesione alla definizione agevolata.



COMMISSIONI TRIBUTARIE

Commissione Tributaria Provinciale Torino - Sez. 8 -Sentenza 487/8/19 del 21.03.2019
Qualora l' Agenzia delle entrate-Riscossione si costituisca, in nuovo giudizio ovvero anche in giudizio pendente, con il patrocinio di avvocato del libero foro, sussiste per esso l‘onere - pena la nullità del mandato difensivo e dell'atto di costituzione su di esso basato - di indicare ed allegare le fonti del potere di rappresentanza ed assistenza di quest'ultimo in alternativa al patrocinio per regola generale esercitato, salvo conflitto di interessi, dall'avvocatura dello Stato

Commissione Tributaria Provinciale Siracusa - Sez. 6 -Sentenza 1011/6/19 del 25.03.2019
Essendosi l'Agenzia delle Entrate costituita lo stesso giorno dell'udienza, la stessa è incorsa in preclusioni e la produzione documentale è inammissibile.

Commissione Tributaria Provinciale Catania - Sez. 1 -Sentenza 2867/2019 del 02.04.2019
Anche l'Agente della riscossione deve stare in giudizio direttamente e non può farsi rappresentare in giudizio da un soggetto esterno alla sua organizzazione, tranne che nelle ipotesi in cui può avvalersi dell'Avvocatura dello Stato, mentre la decisione di avvalersi di avvocati del !ibero foro è valida a condizione che si tratti di un caso speciale, che intervenga un'apposita delibera dell'organo deliberante, che tale delibera sia sottoposta agli organi di vigilanza e che sia prodotta in giudizio idonea documentazione in merito alla sussistenza dei suddetti elementi


CORTE DI CASSAZIONE

Corte di Cassazione - Sez. Quinta civile -Ordinanza 7966/2019 del 21.03.2019
In tema di agevolazioni "prima casa", il trasferimento dell'immobile prima del decorso del termine di cinque anni dall'acquisto, se effettuato in favore del coniuge in virtù di una modifica delle condizioni di separazione, pur non essendo riconducibile alla forza maggiore, non comporta la decadenza dai benefici fiscali, attesa la "ratio" dell'art. 19 della I. n. 74 del 1987, che è quella di favorire la complessiva sistemazione dei rapporti patrimoniali tra i coniugi in occasione della crisi, escludendo che derivino ripercussioni fiscali sfavorevoli dagli accordi intervenuti in tale sede


Corte di Cassazione - Sez. Sezioni Unite -Sentenza 10378/2019 del 12.04.2019
Nel caso in cui il sostituto ometta di versare le somme, per le quali ha però operato le ritenute d'acconto, il sostituito non è tenuto in solido in sede di riscossione, atteso che la responsabilità solidale prevista dall'art. 35 d.p.r. n. 602 cit. è espressamente condizionata alla circostanza che non siano state effettuate le ritenute



CORTE COSTITUZIONALE

Corte Costituzionale - Sentenza 75/2019 del 09.04.2019
L’art. 16-septies del d.l. n. 179 del 2012 va dichiarato costituzionalmente illegittimo nella parte in cui prevede che la notifica eseguita con modalità telematiche la cui ricevuta di accettazione è generata dopo le ore 21 ed entro le ore 24 si perfeziona per il notificante alle ore 7 del giorno successivo, anziché al momento di generazione della predetta ricevuta.

Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com