Le sentenze del mese di novembre

Le sentenze pubblicate nel sito durante il mese di novembre.

SENTENZE DI MERITO

Tribunali e Corti d'Appello

Tribunale - Sez. Torre Annunziata -Sentenza 1379 del 28.06.2016
"In tema di indennità di rischio radiologico, non è ammissibile alcuna motivazione che giustifichi l'attribuzione del beneficio con effetto da un periodo successivo, a fronte di una situazione immutata, rispetto al periodo precedente."



Giudice di Pace
Giudice di Pace Paternò - -Sentenza 195 del 12.10.2016
"La tutela anticipata attraverso l'impugnazione di un atto non ancora notificato, è ammissibile solo nel caso in cui il contribuente non abbia ricevuto la cartella ed allora impugna il ruolo e la cartella allegando l'estratto di ruolo, come documento idoneo a dimostrare quando il ricorrente ne è venuto a conoscenza.
E' legittimo, quindi, impugnare la cartella esattoriale attraverso l'impugnativa proposta avverso la sua riproduzione nell'estratto di ruolo nelle forme della opposizione all'esecuzione ex art.615 primo comma c.p.c. qualora si contesti il diritto della controparte a procedere in executivis."

Giudice di Pace Paternò - -Sentenza 196 del 12.10.2016
"Priva di efficacia probatoria la produzione delle sole fotocopie, prodotte dalla Riscossione, degli avvisi di ricevimento delle raccomandate del 11.10.2012 (prive dell'atto contenuto nel plico) atteso che l'avviso di ricevimento della raccomandata fa fede esclusivamente delle circostanze che vi sono attestate, dunque della sola ricezione della raccomandata e non già del suo contenuto."

CORTE DI CASSAZIONE

Civile


Corte di Cassazione - Sez. Sezioni Unite civili -Sentenza 22399 del 04.11.2016
"Il titolo conseguito presso la Struttura Bota non è titolo idoneo per l'iscrizione all'albo degli avvocati in Italia."

Corte di Cassazione - Sez. Terza civile -Sentenza 21259 del 20.10.2016
"In materia di sanzioni amministrative per violazioni previste dal Codice della Strada va applicata la maggiorazione del dieci per cento semestrale, ai sensi della L. n. 689 del 1981, art. 27, per il caso di ritardo nel pagamento della somma dovuta, sicché è legittima l'iscrizione a ruolo, e l'emissione della relativa cartella esattoriale, per un importo che includa, oltre a quanto dovuto per la sanzione principale e per le spese del procedimento, anche l'aumento derivante dalla sanzione aggiuntiva"

Corte di Cassazione - Sez. Terza civile -Sentenza 21248 del 20.10.2016
"Mancando qualsiasi provvedimento di distrazione delle spese processuali del giudizio di primo grado, il Tribunale erra nel porre a carico dell'avvocato distrattario il pagamento delle spese processuali del giudizio di impugnazione, che rimangono a carico della parte soccombente."

Corte di Cassazione - Sez. Terza civile -Sentenza 21241 del 20.10.2016
"Il provvedimento con il quale, in sede di separazione, si stabilisce che il genitore non affidatario paghi pro quota le spese ordinarie per il mantenimento dei figli costituisce idoneo titolo esecutivo e non richiede un ulteriore intervento del giudice in sede di cognizione: ma ciò solo a condizione che il genitore creditore "possa allegare e documentare l'effettiva sopravvenienza degli esborsi indicati nel titolo e la relativa entità". "Allegazione e documentazione" che va compiuta rispetto all'atto di precetto, e non già nel successivo e solo eventuale giudizio di opposizione all'esecuzione, per l'ovvia considerazione che il debitore deve essere messo in condizioni di potere sin da subito verificare la correttezza o meno delle somme indicate nell'atto di precetto."

Corte di Cassazione - Sez. Seconda civile -Sentenza 20041 del 06.10.2016
"In tema di giudizio di divisione, la richiesta di attribuzione di beni determinati può essere proposta per la prima volta in appello, poichè attiene alle modalità di attuazione dello scioglimento della comunione e non costituisce domanda in senso proprio"


Penale

Corte di Cassazione - Sez. Quinta penale -Sentenza 21418 del 23.05.2016

Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com