Condono interessi cartelle: sanabili le multe stradali, esclusi i debiti Inps e Inail

Secondo la legge di Stabilità 2014, entro il 28 febbraio si possono pagare cartelle e avvisi esecutivi senza interessi di mora e interessi per ritardata iscrizione a ruolo, per le somme affidate in riscossione entro il 31 ottobre 2013.

L'iscrizione a ruolo nel processo telematico

Guida pratica per l'iscrizione a ruolo di una causa in via telematica.

CEDU: discriminatorio non consentire alla madre di imporre solo il proprio cognome ai figli

Secondo la Corte Europea dei diritti dell'Uomo è discriminatoria la norma italiana che non consente alla madre, anche su accordo dei coniugi, di trasmettere in via esclusiva il proprio cognome al figlio

RC-Auto: le novità introdotte dal governo

Le novità introdotte nel settore della RC-Auto con il decreto legge 23 dicembre 2013, n.145

Legge di stabilità: marca da 8 a 27 euro e altre novità

L'esame di alcune delle novità introdotte dalla legge di stabilità 2014 concernenti il mondo del diritto: dallo stanziamento dei fondi per adempiere agli obblighi della sentenza Requete, all'aumento della marca da bollo per l'iscrizione della causa a ruolo.

Legge di stabilità: cosa cambia per i notai

I commi della Legge di stabilità concernenti i notai.

Legge di stabilità: pagamento senza interessi dei debiti iscritti a ruolo

Il testo definitivo della legge di stabilità prevede alcune modifiche rispetto al testo approvato in Senato lo scorso novembre. Il pagamento senza interessi delle cartelle dovrà essere effettuato in un'unica soluzione entro il 28 febbraio 2014

Ammissione al passivo: nessun privilegio per i crediti per provvigioni agenti vantati da una società di capitali

Con la sentenza n. 27986 del 16.12.2013 la Corte di Cassazione a Sezioni Unite è intervenuta per dirimere il contrasto circa l'ammissibilità al passivo del fallimento, in via privilegiata o chirografaria, di un credito vantato per provvigioni, derivanti da un rapporto di agenzia, da una società di capitali.

Prescrizione successiva alla notifica della cartella: anche per la CTP di Ferrara è quinquennale e non decennale

Pubblichiamo, su cortese segnalazione dell'avv. Piero Lipera del Foro di Catania, due recenti sentenze emesse dalla CTP di Ferrara che hanno dichiarato l'intervenuta prescrizione quinquennale tra la notifica della cartella di pagamento e la notifica della relativa intimazione.

La cartella di pagamento non è annullabile per mancata indicazione del responsabile del procedimento

Per la Cassazione non è annullabile la cartella di pagamento per mancata indicazione del responsabile del procedimento se riferita a ruoli consegnati prima del 1 giugno 2008. Ciò in quanto la L. 7 agosto 1990, n. 241, art. 21 octies prevede la non annullabilità del provvedimento adottato qualora il suo contenuto dispositivo non avrebbe potuto essere diverso da quello adottato.

1 ...  |  38 39 [40] 41 42 43 ...48

Redazione: Tel 0958365088 - Email: redazione@dirittoitaliano.com